#FertilityStop

Sarebbe bastata la campagna grafica dai toni alquanto discutibili lanciata a fine agosto e ritirata a fronte delle numerose critiche. E invece l’ultima sorpresa (amara) del Ministero della Salute sul Fertility Day è stato l’opuscolo pubblicato oggi online[1], e già ritirato, sugli stili di vita corretti per prevenire sterilità e infertilità che si apriva con un’immagine dove le buone abitudini erano rappresentate da ragazzi bianchi ed eterosessuali dal sorriso smagliante, a metà tra la pubblicità di un dentista e quella per un dentifricio sbiancante, contrapposte alle cattive abitudini di ragazzi di colore e non che, in stile ghetto e gioventù bruciata, fumavano marijuana.

Un “elogio della modernità” in una cartolina che ripropone stereotipi e pregiudizi tornando sulla stessa strada della campagna di meno di un mese fa passando però dal sessismo alla questione razziale. Almeno così è sembrato ai tanti, tantissimi, che si sono indignati sul web e che anche in questo caso sono riusciti a far ritirare l’opuscolo; adesso, infatti, se si apre il link appare il canonico err404.html.

Da #FertilityDay a #FertilityStop, per la seconda volta tra l’altro.

Campagna ritirata e responsabile della comunicazione del Ministero revocato si legge in serata. Esiste una responsabilità “tecnica” sicuramente, ma esiste anche una responsabilità politica perché non si può pensare che sia chi gestisce la comunicazione a scegliere da solo i contenuti (politici in questo caso) di quello che c’è da comunicare. Una responsabilità che è della Ministra Beatrice Lorenzin che aveva già ricevuto segnali abbastanza chiari dall’opinione pubblica, e dalle donne in particolare, che il progetto #FertilityDay stesse viaggiando su un percorso instabile. Non si tratta di leggerezze bensì di questioni ricche di contenuto, motivo per cui l’atto politico conseguente dovrebbe essere quello delle dimissioni. O la richiesta delle stesse dal maggiore partito di maggioranza, che si dichiara di centro-sinistra.

Anche la comunicazione come ogni questione dell’agire umano si fonda sulle scelte e sui contenuti. Scelte e contenuti diventano politici se si rivestono ruoli di Governo. Sono espressioni di un indirizzo politico e di una visione sociale. E allora è chiaro come il Fertility Day rappresenti un ulteriore esempio come questo Governo abbia un suo posizionamento politico di centro, a volte, purtroppo, con un occhiolino di troppo al centrodestra.

L’Italia merita una classe dirigente che sia capace di dire no al  principio di governabilità a tutti i costi; compreso il costo più alto, quello di rinunciare alla propria identità politica.

14333671_10209377841875102_9047011326838100474_n

 

[1] http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_317_allegato.pdf

Annunci

Una risposta a "#FertilityStop"

  1. Piu che di centro, questa campagna esalta I valori della destra. Wasp versus emarginati e neri… Oggi il regalo che può farci un governo che ha ridotto le possibilità di cura Per migliaia di persone dono le dimissioni della Lorenzin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...