Un seme da coltivare insieme

“Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere” – Mahatma Gandhi

A Frosinone abbiamo scritto un pezzo di storia. Abbiamo riscoperto il senso di comunità di fronte alla solidarietà e alla vicinanza che abbiamo voluto esprimere a tutte le vittime dell’odio. Per Orlando, per Parigi, per chi muore nei Paesi sconvolti dalle guerre, per le donne uccise da “uomini che odiano le donne” e anche per Jo Cox. Per dire no alle discriminazioni, all’omofobia e alla transfobia e dire sì al rispetto, all’uguaglianza e ai diritti.

Abbiamo gettato un seme che coltiveremo tutti insieme. Grazie a tutti coloro che ci sono stati, compresa la Provincia. Peccato per chi invece non è venuto e ha perso un’occasione, sia cittadini che forze politiche e associative. Alcuni li chiamano “rivoluzionari da tastiera”; io penso solo che a volte oltre a dire bisogna anche fare e che purtroppo il passaggio tra il pensato/detto e l’agito (nella sua accezione di ciò che è stato fatto) non è così scontato.

Martin Luther King diceva “Le nostre vite cominciano a finire il giorno in cui stiamo zitti di fronte alle cose che contano”. Noi invece vogliamo vivere e vogliamo farlo insieme spezzando le catene dell’odio, della violenza, della paura.

Qualche ringraziamento è d’obbligo.

Alla Provincia, al Presidente Pompeo e al Presidente del Consiglio Provinciale Danilo Magliocchetti che in rappresentanza dell’ente è stato con noi tutta la serata portando con sé lo statuto che impegna l’Istituzione nel contrasto delle discriminazioni e anche dell’omotransfobia.

A Maria Lorena Micheli e a Famiglia Futura che dimostrano sempre sensibilità e vicinanza su questi e altri temi e si impegnano quotidianamente con le scuole per promuovere i valori del rispetto e del contrasto alle violenze.

Ad Andrea, e al suo Gazzettino Ciociaro, che è sempre presente e ci aiuta e sostiene nelle iniziative che organizziamo.

A Roberta e Luigi che con i loro contributi hanno arricchito la serata con la condivisione di riflessioni utili ad ognuno di noi (le parole di Roberta le trovate qui).

A Maria Grazia che ci ha raccontato come l’indifferenza di una società chiusa in se stessa colpisce in maniera diversa e allo stesso subdola tante persone che sono costrette a vivere ai margini, nella discriminazione.

A Gemma che in un momento in cui sembra essersi consolidata la certezza (?) che con la cultura non si mangia, ha scelto di investire proprio sulla cultura aprendo una casa editrice a Ceccano offrendo opportunità di scrittura ai più giovani con due progetti editoriali rivolti alle Scuole di tutta Italia e che con il racconto che ci ha letto è riuscita a toccare le corde del nostro io.

A Sara e a tutt* i ragazz* di Indiegesta che hanno fatto della promozione della cultura del’uguaglianza e del contrasto alle discriminazioni un obiettivo della loro associazione schierandosi apertamente e con coraggio su questi temi e presentando per due anni di seguito una campagna per la giornata internazionale contro l’omotransfobia del 17 maggio.

A tutti coloro che sono venuti per passare un’ora insieme e anche a coloro che per altri impegni non sono potuti venire ma che ci hanno testimoniato vicinanza.

Esistono sensibilità diffuse nella nostra provincia che vanno messe in rete per costruire un percorso fatto di buone pratiche e di impegno costante. Lo faremo perchè non si può più rimandare. Possibile si farà promotore di questo processo con la consapevolezza che abbiamo scelto di essere costruttori di ponti e non appaltatori: non abbiamo bisogno di piantare bandierine per rivendicare alcunchè.

Vogliamo essere motore di un cambiamento da realizzare tutti insieme.

#WeAreOrlando #LoveWins

13432329_10209143543293220_827330660062525724_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...