Verso il 5 giugno ma anche oltre

Sulle amministrative in giro per l’Italia e ancor più in Provincia di Frosinone ho avuto un profilo molto soft. Ho seguito le campagne elettorali e sono stato a Sora perché ho ritenuto credibile e importante il laboratorio messo in atto, un percorso che deve proseguire anche oltre il 5 giugno. Ho ritenuto importante osservare e studiare quali potessero essere strumenti di reale partecipazione per vincere l’astensionismo e la politica interessata alla mera sopravvivenza elettorale.

A Veroli, città che non rinnoverà il Comune domenica, un gruppo di cittadini ha presentato una serie di proposte, circa 19 se non ricordo male, al bilancio partecipato messo in moto dall’amministrazione. Tutti progetti che sono riusciti ad inserire in un piano di riqualificazione dell’intera città. Hanno ottenuto un finanziamento solo per il microcredito sociale ma il lavoro svolto non andrà perduto: da qui si parte per organizzare un laboratorio civico che possa mettere insieme persone e intelligenze diffuse per trasformare bisogni e necessità in progetti di rilancio della città.

Possibile ha scelto in questa tornata elettorale di impegnarsi in prima linea laddove ci fossero state le condizioni per un’alternativa politica e civica capace di dare avvio ad un laboratorio che potesse, anzi dovesse, andare oltre l’appuntamento elettorale. Dove mancavano queste condizioni abbiamo preferito saltare un giro. Lo abbiamo fatto con estrema onestà, in piena libertà e per rispetto di quanti rappresentiamo e dei cittadini tutti. La politica non si improvvisa né si può identificare come la mera percentuale elettorale; la politica è qualcosa di più profondo di un numero: è la sfida verso una partecipazione continua, consapevole, democratica.

Un grande in bocca al lupo a tutte le candidate e i candidati di Possibile che si sono messi in gioco da nord a sud, specialmente quelli più giovani (tanti) che testimoniano come ci sia una generazione giovane che nella politica, quella vera e giusta, ci crede ancora. A qualcuno scriverò in privato, per rispettare il silenzio elettorale, in queste ore.

Da lunedì saremo pronti a governare, laddove i progetti che abbiamo realizzato risulteranno vincenti, e a sostenere le buone amministrazioni ma anche ad essere pungolo per quelle che perderanno di vista che amministrare significa guardare al bene comune. Saremo presidio di democrazia per portare la politica tra la gente e la gente nella politica.

Possibile? Siamo convinti di sì. Insieme.

 

puzzle

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...